Maddalene SkyMarathon 45 Km


9. edizione 27 agosto 2017

La gara di corsa in montagna Maddalene Sky Marathon si svolge per la maggior parte sul sentiero CAI-SAT n.133 “Aldo Bonacossa”.

Il’tracciato (segnavia nr. 133) è stato aperto dalla SAT di Fondo nel 1976 ed è stato dedicato al Conte alpinista milanese Aldo Bonacossa uno dei primi esploratori del Gruppo Ortles Cevedale. L’itinerario complessivo del sentiero Bonacossa segue a mezza costa il versante sud della catena delle Maddalene dal Passo Palade in Alta Val di Non (1.518 msm) al Passo Palù in Val di Rabbi (2.412msm).

La gara parte dalla piazza di Senale (1.350 m) e seguendo a tratti una strada forestale ed a tratti la via crucis porta dopo ca. 2,5 Km al Passo delle Palade (1.528 m). Si segue poi la strada forestale della Laugen Alm fino all‘ imbocco del sentiero nr. 133. Da qui parte la ripida salita che porta al laghetto del Luco. Si prosegue in semicosta sul versante Sud del Monte Luco per poi scollinare ed iniziare una discesa tecnica che porta prima al suggestivo Bait del Battista (2.005m) e poi alla Malga Castrin (1.785 m) dove si trova il primo ristoro.

Seguendo un tratto semipianeggiante tra i verdi prati e pascoli del passo Castrin si arriva in prossimitá del Malghetto di Cloz (1.900 m), dove il percorso incontra una breve ed intensa salita. Costeggiando il Monte Cornicolo e la Cima Belmonte si arriva poi alla Malga Kessel (1.917 m) dove si trova il primo cancello orario ed il secondo ristoro. Da qui riprende la salita che porta verso la forcella Lavazè (2.260 m), passando prima tra gli incantevoli laghetti Goldlahn. In discesa si arriva poi alla Malga Val – Rifugio Maddalene (1.930 m) poco dopo la matà del percoso (Km 23,90). Qui si trova il terzo ristoro e penultimo cancello orario.

Si prosegue in salita fino al Monte Alto (2.005), uno dei punti panoramici più belli del percorso che offre un’ampia prospettiva della Val di Non con le Dolomiti di Brenta sullo sfondo. Da qui in discesa costeggiando la valle si continua fino al bivacco forestale da dove parte l’impegnativa e tecnica salita al Passo di Binasia (2.296 m). Dopo una breve discesa si raggiunde la Malga Binasia (2.296 m) dove si trova il quarto ristoro e l’ultimo cancello orario della gara. Lasciando il sentiero 133 si imbocca la salita che porta alla cima del Monte Pin (2.420 m) con la sua maestosa croce di ferro. Da qui inizia la discesa nel primo tratto leggermente esposta e poi in terreno boschivo. Attraversando un leggero falsopiano si arriva alla Malga Stablei (1.764 m), ultimo ristoro della corsa. In discesa si prosege fino al traguardo nel clima festoso del paese di Rumo (1.000 m).

Altimetria e percorso:

 

Scarica il percorso GPS della Maddalene SkyMarathon

gpx256

 

 

 

 

 

 

logo_enLa gara Maddalene Sky Marathon verrá riconosciuta 
come gara di qualificazione per l‘ Ultra-Trail du Mont-Blanc® 
con 3 punti (nuova scala).